Imprevisto e connessione a Te Stesso

C’è qualcosa di eccitante nel scrivere le prime parole di un racconto..poi tutto comincia a scorrere e nasce il vero sogno trasformato in realtà! L’emozione è quasi palpabile!
Buongiorno cara amica e caro amico che mi leggi. Spero sempre di riuscire a trasmettere qualcosa di positivo con questi racconti, qualcosa che possa farti dire “ok, si può fare”, “ok, lo faccio anche io”.
Ti racconto questa storia..ieri sera ero in giardino che incitavo Roxy, il carlino che vive con me, a fare la pipì..sai così passa tutta la notte tranquilla e la mattina non si sveglia all’alba!! Anche se è una pigrona dopo una certa ora anche lei ha voglia di sgambettare un pochino! Beh, in giardino c’è un’impalcatura per dei lavori ai piani superiori ed era buio..sapevo bene dell’ostacolo davanti ai miei occhi e non solo ma..nonostante questa consapevolezza, per un attimo, un minuscolo attimo ho pensato a qualcosa di diverso che mi ha fatto sconnettere dall’Essere PRESENTE e…sbammmm che botta! Un bernoccolo come si deve con tanto di escoriazione! Ma che ridere! Che altro vuoi fare? Arrabbiarti perché l’impalcatura ti è venuta incontro con tutta la sua forza? E’ evidente che sono io a essermi staccata dall’Essere e sono ri-apparsa in me nel momento in cui il corpo viaggiava, per fortuna lento, verso l’impalatura! Questo è uno dei tanti episodi che ti possono far riflettere sull’importanza di essere sempre connessi al momento presente. Non è una follia, pensaci. Quando sei distratto in genere è perché stai pensando o elaborando qualcosa che non è il presente. Potrebbe essere il passato o anche il futuro ma in ogni caso non è il presente. Ed è in questi momenti che ti rendi conto che abbiamo un unico istante di vita e che è inutile pensare a qualcosa che non esiste o che è passato.
Stamattina il bernoccolo è piccolino e un po’ arrossato a ricordare che devi essere presente se vuoi vivere al meglio!

Pensi sia possibile essere sempre presenti?

Io penso di si. E so anche che non sempre è così facile (te l’ho appena raccontato, non trovi?) ma credo proprio che ce la si possa fare davvero.
Come fare a essere PRESENTI il più possibile e magari SEMPRE? Beh, direi ascoltando il proprio intuito, il proprio corpo. Dando la possibilità al nostro cuore di esprimersi! Questo ci eviterà imprevisti? Mi sento di dire di si. Mi sento di dire che se così non è allora non siamo davvero connessi al presente.

E tu che ne pensi????

Iscriviti alla newsletter per ricevere in anteprima i nuovi articoli cliccando qui!

Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: