Rinuncia e motivazione

Spesso è più semplice la rinuncia che proseguire nel cammino verso i tuoi sogni e le tue passioni, abbracciando la tua motivazione.

Questo è un incipit piuttosto forte ma oggi, vuoi per la velocità del mondo in cui viviamo, vuoi per la capacità di essere noi stessi che è sempre più rara, nel tuo percorso incappi, spesso, in persone che abbandonano i loro sogni.

rinuncia coaching formazione
Foto di John Hain da Pixabay

Perché succede? Perché abbandonare le tue aspirazioni e desideri?

Solo perché un perfetto estraneo o una persona della tua cerchia famigliare e di amici, ti dice che NON NE SEI CAPACE?

Credo che tutti, primo o dopo nella propria vita, siamo incappati in qualcuno che ha demolito ogni nostra ambizione.

Ma questo è giusto? Mi spiego meglio. Muoviamoci per punti:

  1. Chi ti dice di abbandonare un’idea, un progetto molto spesso lo fa perché è preoccupato per la tua sorte (dato che vai incontro all’ignoto)
  2. Oppure è solamente invidioso di quello che potresti fare
  3. Oppure, ancora, vorrebbe essere al tuo posto ma ritiene di non avere le tue qualità e quindi demolisce la tua persona

Ho avuto il piacere di guardare proprio ieri un bellissimo film che fa un viaggio proprio in questo argomento. Un film che mi ha ispirata per la scrittura di questo articolo.

Il film è Eddie the Eagle – Il coraggio della follia (2015/2016). Il film narra la storia di una persona reale (è ancora in vita) che si chiama Eddie Edwards, saltatore della Nazionale del Regno Unito. Ora non ti racconto più di tanto perché ti consiglio la visione, ma ti faccio un breve sunto: biografia di un pezzo della vita di Eddie che, andando contro a tutti coloro che gli dicevano che non ce l’avrebbe mai fatta e che avrebbe dovuto lasciare perdere, ha deciso di seguire le sue aspirazioni e di andare avanti nella Sua Strada. ANCHE DA SOLO.

La follia è ciò che contraddistingue ognuno di noi, oppure la follia è solo un’etichetta che ci viene appiccicata per definire chi segue i propri ideali e scopi? Cosa ne pensi?

Ma come si suol dire “se in tanti sono contrari alla tua idea o al tuo progetto, sei assolutamente sulla strada giusta perché significa solo che non esiste ciò che stai creando”!!

Infine la motivazione, che posto ha? Che ruolo ha, quando da ogni parte ti dicono che dovresti lasciare stare quel progetto, quel sogno?

La motivazione è ciò che ti sprona ad andare avanti, almeno per i primi giorni. La motivazione è quella scintilla che arde piano piano e che si evolve in fiamma quando inizi a pianificare i tuoi obiettivi.

In conclusione, rinuncia e motivazione sono le due facce della stessa medaglia. Solo che una delle due ti spinge mentre l’altra ti fa cedere. Esplora questa pagina per scoprire altri suggerimenti.

Qual è il tuo punto di vista?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.