Obiettivo non raggiunto: un viaggio di riflessione

Cosa succede quando non raggiungi il tuo obiettivo?

Hai lavorato duramente, hai seguito un piano e hai dato il massimo sforzo, ma ora ti trovi alla data di scadenza e non hai ancora raggiunto il 100% del tuo obiettivo. Cosa fare in questa situazione di obiettivo non raggiunto?

Ecco alcune domande fondamentali per esaminare il motivo per cui potresti non aver raggiunto il tuo obiettivo:

  1. eri il solo responsabile per il raggiungimento dell’obiettivo?
  2. hai la certezza che nessun’altra persona abbia influito sull’obiettivo?
  3. dovevano essere delegati alcuni passaggi a terzi?
  4. l’obiettivo rispondeva ai requisiti fondamentali per essere raggiunto?

Queste domande sono essenziali e cruciali per comprendere perché il tuo obiettivo potrebbe non essere stato raggiunto. Se anche solo una di queste domande ha una risposta positiva, indica che l’obiettivo non è stato formulato in modo adeguato.

Mentre riconosciamo che non tutto è sotto il nostro controllo, è comunque nostro dovere capire e decidere la strategia migliore da adottare.

Questo concetto si riflette spesso nel mondo del commerciale, dove gli obiettivi sono mensili e sono la costante per ottenere risultati tangibili. Ma cosa fare quando il raggiungimento del target dipende da un terzo: il cliente? Come gestire questa variabile?

Per rispondere a questa domanda, è essenziale rivedere il tuo percorso e valutare la realistica fattibilità dei tuoi passi. Ad esempio, se il commerciale avesse programmato 10 incontri e ne avesse effettivamente svolti 9, dicendosi che “in fondo uno in più o in meno che differenza vuoi che faccia”, aveva già creato un ostacolo al raggiungimento dell’obiettivo. La pianificazione doveva essere rivista, e adattata di conseguenza.

Ricordiamoci della parole di Dale Carnegie che nel suo libro “Come godersi la vita / e lavorare meglio” scrive “Voi siete qualcosa di assolutamente nuovo e originale sulla faccia della Terra. Siatene fieri. Cercate di sfruttare le doti che la Natura vi ha elargito.”

Con una riflessione accurata e un’azione mirata, è possibile superare gli ostacoli e raggiungere gli obiettivi, anche quando dipendono da terzi. La chiave è la pianificazione, la flessibilità e la determinazione a migliorarsi costantemente

Qual è il tuo punto di vista?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.