Soft Skills: l’invisibile chiave del successo professionale

❗ Lunedì di riflessioni in ambito soft skills (competenze trasversali)

incastro di soft skills

Sono due anni che mi occupo da professionista in maniera esclusiva di formazione in ambito soft skills. Seguito aziende e piccoli professionisti nel loro percorso di allenamento, portando gli stessi a raggiungere step di crescita di carriera e sviluppo nel loro ambito di lavoro.

👉 La riflessione è: le soft skills sono considerate semplicistiche, a tratti inutili, per nulla monitorabili ed, infine, uno spreco di energia se decidi di allenarle.

📍 Tuttavia le soft skills sono alla base di ogni competenza hard, quindi così inutili direi che non sono.

📎 Tuttavia il pensiero comune è che siano inutili, e quindi “perché dedicarci del tempo e dei soldi? Lasciamo stare, lasciamo perdere e dedichiamoci a competenze serie come corsi sulla sicurezza, corsi sulle lingue, corsi tecnici ecc…”

Ciononostante se tutto quanto sopra è vero: PERCHÈ nelle aziende è tutto uno stress, un’incapacità di comunicare (tra pari e tra livelli gerarchici), una incapacità di avere obiettivi chiari e, per finire, un’incapacità di organizzare tempi e spazi? (parole dei vari dipendenti e dei manager).

stress soft skill

Lo stress è ciò che ci impedisce di stare in salute e condiziona la nostra comunicazione e gestione del tempo (puoi leggere questo studio per capire come impatta a livello cardio-vascolare lo stress, oppure questo studio dell’Istat Salute e Sicurezza del Lavoro 2020).

⁉ 𝐃𝐢𝐦𝐦𝐞𝐥𝐨 𝐭𝐮 𝐬𝐞 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐜𝐨𝐬ì 𝐢𝐧𝐮𝐭𝐢𝐥𝐢 𝐚 𝐪𝐮𝐞𝐬𝐭𝐨 𝐩𝐮𝐧𝐭𝐨. 

𝐃𝐚 𝐩𝐫𝐨𝐟𝐞𝐬𝐬𝐢𝐨𝐧𝐢𝐬𝐭𝐚 𝐫𝐢𝐛𝐚𝐝𝐢𝐬𝐜𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐛𝐚𝐬𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐩𝐢𝐫𝐚𝐦𝐢𝐝𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐛𝐮𝐨𝐧 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨.

Un esempio classico di soft skills è la capacità di comunicare in modo efficace con i colleghi, i clienti e i superiori. La mancanza di queste abilità porta a fraintendimenti, conflitti e inefficienze, mentre una comunicazione chiara e empatica migliora la collaborazione e la comprensione reciproca.

comunicazione soft skills

Saper comunicare (cappello sotto al quale inserisco le varie soft skills) è fondamentale. Con i colleghi, con i collaboratori, con i fornitori, con le banche, con gli investitori.

Non basta avere un lessico forbito o completo per saper comunicare (cioè negoziare, applicare ascolto attivo, gestire lo stress ecc…) ma serve allenarsi.

Se lo fai da solo avrai risultati certo, ma lontani dall’eccellenza.

Quando ti fai seguire da un formatore allora impari a padroneggiare le competenze, impari ad essere consapevole delle tue abilità ed impari ad usarle nel migliore dei modi per raggiungere i tuoi obiettivi (ben formati si intende, eh!)

Qual è il tuo punto di vista?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.