PIANIFICAZIONE: esempi

“La terra è la culla dell’umanità. Ma prima o poi bisogna uscire dalla culla.” Con questo incipit parte il docu-film “Ritorno allo spazio”. Di Elon Musk se ne parla spesso e il mio intento di oggi, mentre ti propongo di unirti a me in questo viaggio, è di individuare le competenze trasversali che negli ultimi 20 anni hanno reso Space X ed Elon Musk riconoscibili e oggetto di molti fatti (dalle auto elettriche all’intelligenza artificiale di oggi).

Era il 2011 l’ultima volta che uno shuttle fosse decollato. L’ultima missione di 350. Passano 9 lunghi anni prima di rivedere uno shuttle nello spazio. Cosa fa Elon musk in questo periodo così lungo ma anche così breve?

Musk studia, si circonda di menti brillanti, di piloti brillanti. Musk pianifica, organizza, testa. Ha un obiettivo chiaro. Chiarissimo. Lavora per step.

  1. studia e si rende interessante (cosi quando la NASA decide di aprire alle imprese private lui è pronto a presentarsi
  2. testa e fallisce
  3. si circonda di persone che hanno tutte lo stesso obiettivo (mettere in orbita lo il loro shuttle)

In tutto questo il fallimento è parte del percorso di crescita. La differenza la fa il continuare, magari su un sentiero leggermente diverso, magari apportando modifiche sostanziali ma, continuando verso l’obiettivo. Ogni rotta ha bisogno di essere corretta. Capirlo, accettarlo e farne tesoro è ciò che differenzia chi pianifica e molla da chi pianifica, corregge e arriva all’obiettivo.

Le competenze trasversali sono parte integrante di ogni impresa. Quanto è più grande tanto sono più importanti. Quanto prima le alleni e le sviluppi, tanto prima ottieni risultati duraturi e gratificanti.

Riesci persino ad accettare il fallimento perché rappresenta uno step del tuo successo.

Qual è il tuo punto di vista?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.